Jump to content

Panavia MRCA Tornado - discussione ufficiale


Recommended Posts

No, il Sidewinder ha sempre avuto una breve fase di boost, seguida dal volo a motore spento.

 

Tutti i missili sono così, tranne quelli che dispongono di un turbofan o simili.

 

Il motore razzo del Sidewinder brucia meno di 3 secondi, poi si spegne.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 531
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

che il concetto alla base è errato: le cellule sono vecchie e cadono a pezzi.

Se ricordate .... un paio d'anni fa venne messo in vendita su eBay anche un bombardiere Tu-95 "Bear" ....   http://webcommunity.ilvolo.it/lo-compriamo-t11665.html   http://www.md80.it/bbforum/view

Torno su questa vecchia notizia perchè ieri ho visitato Ghedi e il comandante della base ne ha parlato e ha persino mostrato le foto prese con il Reccelite. In pratica, i Carabinieri avevano fortissim

Posted Images

Diciamo che 3 secondi non sono poi così pochi per un missile a corto raggio.

Se le mie informazioni sono corrette, da quello che so un AIM-9 Sidewinder riesce ad arrivare a Mach 2,5 in soli 2,2 secondi.

Fate un po voi... :blink:

Link to post
Share on other sites

Le tue informazioni sono corrette.

 

Le prime versioni del Sidewinder, infatti, "bruciavano" in 2,2 secondi esatti, e in quel momento la velocità è pari a Mach 2.5 per un lancio a bassa quota e bassa velocità.

 

Nelle ultime versioni il tempo di combustione è stato leggermente aumentato sia perchè il motore è migliorato sia perchè il combustibile solido disponibile è maggiore.

 

La velocità di Mach 2.5 è però indicativa, e dipende anche dalla velocità e dalla quota del lanciatore.

 

Infatti un motore razzo a combustibile solido come quello del Sidewinder, una volta acceso non può essere spento nè regolato: brucia al massimo della sua potenza e poi esaurisce la spinta.

 

Se l'aereo lanciatore vola a Mach 1, quindi, la velocità del missile a fine combustione sarà superiore a Mach 2.5 (ma per calcolarla non basta sommare le due velocità: esistono fattori di resistenza aerodinamica che entrano in gioco e diminuiscono il valore totale effettivo).

Link to post
Share on other sites
  • 6 months later...

ehi easy ma tu fai parte anche di quel forum in cui hai segnalato le foto?!wow,deve essere bello far parte di un forum statunitense(guardando la provenienza dei membri dovrebbe essere proprio statunitense!)!!!

 

Azz...complimenti!! :okok:

Link to post
Share on other sites
PS:chi mi spiega le differenze tra gli IDS italiani,tedeschi e inglesi?

Ho dato un'occhiata a quel forum, Easy.

 

Complimenti per la padronanza della lingua.

 

Per quanto riguarda i Tornado, inutile cercare di discutere con inglesi e tedeschi.

Loro si ritengono sempre un gradino più in alto degli italiani.

 

Ma sul Tornado, purtroppo, hanno ragione.

 

Quando i Tornado entrarono in linea, nella versione IDS (GR per gli inglesi) erano praticamente identici.

 

Successivamente gli inglesi hanno sottoposto i propri Tornado a una serie di miglioramenti, specialmente per quanto attiene l'avionica e l'integrazione di armamenti esterni, che nel tempo ha consentito di passare dalla versione iniziale GR.1 all'attuale GR.4.

I Tornado della RAF sono i più aggiornati di tutti, specialmente per quanto attiene l'avionica e l'apparato motore (la Rolls Royce gioca in casa...).

Anche le due versione GR.1A da ricognizione e GR.1B antinave sono molto specializzate.

 

I Tornado tedeschi della versione IDS sono stati anch'essi aggiornati, non come i colleghi inglesi, ma soltanto nelle dotazioni RWR.

 

I Tornado italiani, invece, sono rimasti per moltissimi anni senza ricevere alcun aggiornamento, per motivi di soldi.

Solo dopo la 1a Guerra del Golfo essi iniziarono a ricevere qualche modestissimo aggiornamento.

Adesso, come è noto, è in corso un programma di update per un certo numero di esemplari, che dovrebbe portarli ad uno standard abbastanza vicino a quelli inglesi.

 

Stessa storia per quanto riguarda la versione SEAD.

 

I Tornado-ECR tedeschi hanno una dotazione elettronica molto avanzata, tanto che sono in grado di compiere sia missioni SEAD che missioni di ricognizione elettronica. Inoltre sono predisposti per montare un sensore lineare all'infrarosso.

Infine, montano la versione Mk.105 del motore RB.199, che ha uno spunto di potenza in più ed è più affidabile.

 

Invece i Tornado IT-ECR italiani sono soltanto dei normali IDS leggermente modificati: praticamente hanno solo il sensore passivo che consente di sfruttare i missili antiradar, e un sistema di data link, niente più.

Link to post
Share on other sites

duuuunque.da quel poco che sapevo io i Tornado italiani avevano un sistema di guerra elettronica migliore di quello di tedeschi e inglesi (almeno all'inizio),infatti i Tornado italiani non montavano pod esterni al contario di tedeschi e inglesi.

 

Per l'ECR,da quel che so io l'unica differenza tra quelli crucchi e i nostri è che i loro hanno quell'apparecchio da ricognizione montato sotto la fusoliera,per il resto sono uguali.

Un altro paio di maniche sono gli IDS-HARM,quelli si che sono dei semplici IDS con delle modifiche per utilizzare l'HARM e basta

 

Cmq adesso cerco il numero di Aerei e Aeronautica&difesa con lo speciale sugli ECR...

Link to post
Share on other sites

No Easy, inizialmente i Tornado Italiani erano identici a quelli tedeschi.

 

Quelli RAF erano più avanzati già dall'inizio, sia per l'avionica (telemetro laser ad esempio) che per i motori (passarono subito all'Mk103).

 

In Italia i primi Harm furono montati su Tornado IDS modificati solo con l'interfaccia, poi l'IT-ECR ha montato una suite completa.

 

Comunque, non so cosa dicano i numeri di Aerei e AD che hai citato, ma posso solo dirti che sul Tornado, e su tutte le sue versioni e sottoversioni ho una documentazione cospicua e dettagliatissima.

 

Non l'avevo consultata prima di postare, l'ho fatto adesso.

 

Il Tornado ECR tedesco monta:

 

- Motori Mk105 con spinta maggiorata del 10 %

- Sistema ELS Raytheon / Texas Instr. con copertura di 180 gradi

- Sistema datalink ODINO

- FLIR Carl Zeiss in torretta girevole

- GPS

- Computer potenziato a 128 kb

- Linescan IR AN/AAD-5 (predisposizione: gli apparati sono stati smontati e installati sui Tornado radiati dall'aviazione navale tedesca).

- CEDAM (mappatura integrata FLIR/ELS)

- RWR EADS

- Radar Jammer ELTA/EADS

- Pod Boz

 

Gli IT-ECR italiani dovrebbero essere molto simili, tranne che per i motori (sono quelli vecchi), per il sistema ELS che è di costruzione italiana, e per il fatto che lo scanner IR usa un diverso sistema di registrazione e presentazione delle immagini. Non ho trovato conferme sulla presenza del sistema GPS sugli ECR italiani (ma ritengo che ci sia) nè sul sistema CEDAM di presentazione integrata dei dati dei sensori, nè sul jammer.

Link to post
Share on other sites

ok,su Aerei si dice che:

 

-l' ELS ha copertura di 360 gradi

-il CEDAM c'è

-per il jammer non dice nulla

-il gps c'è (interfacciato con il CEDAM)

-il sistema RWR è il ARWE (advanced radar warning equipment)

-lo scanner IR non c'è

Link to post
Share on other sites

Sai cos'è Easy... la verità è che l'AMI non ha comunicato quale avionica ha installato sull'ECR, nei dettagli, così come non lo ha fatto esaurientemente per i Tornado MLU.

 

Quindi le riviste danno per scontato che più o meno la suite è quella dell' ECR tedesco.

 

Ad esempio io lo scanner IR ero convinto che non c'era, per quello che ricordavo, invece mi sono dovuto ricredere perchè nel mio archivio un dato precisissimo che dice non solo che c'è, ma anche che la registrazione dei dati è effettuato su cassetta, mentre quello tedesco registra in digitale.

 

Questa precisazione certosina mi fa pensare che la fonte sia corretta, anche perchè la versione IT-ECR viene distinta dalla prima modifica IDS (che ha una descrizione a parte) nonchè dall'ECR tedesco, anch'esso descritto separatamente.

 

Per non parlare del fatto che anche gli ECR italiani non hanno più i cannoni, e l'IR-Scan viene montato proprio lì.

 

Ti riporto il pezzettino (che ho scannerizzato) sullo scanner IR:

 

The aircraft

also have higher Italian avionics content as a

result of revised workshare agreements.

They also have an alternative RHAWS,

produced by Elettronica. The Italian aircraft

retain their IIS, but record to video tape

rather than to dry silver film, and to enable

this the aircraft has a Tape Recorder

Formatter Unit instead of the usual ECR

Recorder Film Processor Unit. The first

Italian ECR (MM7079) was converted by

Alenia at Turin and made its maiden flight in

July 1992, only three years after the

German ECR prototype.

 

Invece, spulciando un archivio Jane's, lanciando la ricerca Tornado ECR equipment ho trovato un elenco parziale dei componenti installati sui due tipi: doce c'è solo ECR è il tipo tedesco, quello italiano è IT-ECR, la distinzione è precisa perchè lo specifica in una nota a parte.

 

ERWE EADS RWR Tornado ECR

TSPJ Elta Electronics/EADS Radar jammer Tornado ECR

ODIN Litef Data link Tornado ECR

Spirit Litef Mission computer Tornado ECR

XK 401 Rohde & Schwarz/Siemens Communications radio Tornado ECR

BOZ 101 SaabTech CMDS Tornado ECR

STR 700 Siemens IFF transponder Tornado ECR

AHV-9 Thales Altimeter Tornado ECR

FIN 1010 BAE Systems INS Tornado ECR/IT-ECR

ELS Raytheon Emitter location system Tornado ECR/IT-ECR

 

Tieni conto che questo archivio non include i sensori IR nè i Radar.

Link to post
Share on other sites
Sai cos'è Easy... la verità è che l'AMI non ha comunicato quale avionica ha installato sull'ECR, nei dettagli, così come non lo ha fatto esaurientemente per i Tornado MLU.

 

Quindi le riviste danno per scontato che più o meno la suite è quella dell' ECR tedesco.

 

Ad esempio io lo scanner IR ero convinto che non c'era, per quello che ricordavo, invece mi sono dovuto ricredere perchè nel mio archivio un dato precisissimo che dice non solo che c'è, ma anche che la registrazione dei dati è effettuato su cassetta, mentre quello tedesco registra in digitale.

 

Questa precisazione certosina mi fa pensare che la fonte sia corretta, anche perchè la versione IT-ECR viene distinta dalla prima modifica IDS (che ha una descrizione a parte) nonchè dall'ECR tedesco, anch'esso descritto separatamente.

 

Per non parlare del fatto che anche gli ECR italiani non hanno più i cannoni, e l'IR-Scan viene montato proprio lì.

 

Ti riporto il pezzettino (che ho scannerizzato) sullo scanner IR:

 

The aircraft

also have higher Italian avionics content as a

result of revised workshare agreements.

They also have an alternative RHAWS,

produced by Elettronica. The Italian aircraft

retain their IIS, but record to video tape

rather than to dry silver film, and to enable

this the aircraft has a Tape Recorder

Formatter Unit instead of the usual ECR

Recorder Film Processor Unit. The first

Italian ECR (MM7079) was converted by

Alenia at Turin and made its maiden flight in

July 1992, only three years after the

German ECR prototype.

 

Invece, spulciando un archivio Jane's, lanciando la ricerca Tornado ECR equipment ho trovato un elenco parziale dei componenti installati sui due tipi: doce c'è solo ECR è il tipo tedesco, quello italiano è IT-ECR, la distinzione è precisa perchè lo specifica in una nota a parte.

 

ERWE EADS RWR Tornado ECR

TSPJ Elta Electronics/EADS Radar jammer Tornado ECR

ODIN Litef Data link Tornado ECR

Spirit Litef Mission computer Tornado ECR

XK 401 Rohde & Schwarz/Siemens Communications radio Tornado ECR

BOZ 101 SaabTech CMDS Tornado ECR

STR 700 Siemens IFF transponder Tornado ECR

AHV-9 Thales Altimeter Tornado ECR

FIN 1010 BAE Systems INS Tornado ECR/IT-ECR

ELS Raytheon Emitter location system Tornado ECR/IT-ECR

 

Tieni conto che questo archivio non include i sensori IR nè i Radar.

forse ci stiamo confondendo,per scanner IR tu intendi il FLIR?

se si stiamo dicendo la stessa cosa ma con parole diverse!

Link to post
Share on other sites

No no... il FLIR è una cosa... l'IR Line Scan è invece un sistema di ricognizione vero e proprio, una specie di radar, che sfrutta l'infrarosso.

 

Uno scanner lineare esplora il terreno e produce una fotografia delle fonti infrarosso.

 

Nel Tornado ECR tedesco, lo Scan era montato all'altezza del vano cannoni, poi è stato rimosso e montato (in pod, se non ricordo male) su un gruppo di Tornado restituiti dall'aviazione di marina, che è stato dedicato esclusivamente alla ricognizione.

 

Nel software tedesco, l'immagine IR del terreno veniva sovrapposta a quella dell'immagine radar passiva dell'area, in maniera tale da associare le sorgenti radar a quelle ir: ciò permetteva una migliore discriminazione del bersaglio, specialmente se si trattava di bersagli nascosti o cammuffati oppure di semoventi antiaerei.

 

I tedeschi, a torto o a ragione, hanno ritenuto che questo dispositivo fosse inutile sull'ECR, perchè il suo scopo era di dare al Tornado ECR la capacità di attaccare, con missili e bombe, bersagli ostici per l'HARM.

 

Questo profilo di attacco è stato ritenuto troppo rischioso per un velivolo così costoso come il Tornado ECR, ed inoltre il software delle ultime versioni dell'HARM lo ha reso sostanzialmente inutile, così hanno preferito smontarlo e utilizzarlo per la ricognizione pura.

 

I Tornado IT-ECR italiani dispongono dello Scanner IR (o quantomeno ne sono predisposti) però non lo usano nella missione antiradar, ma solo per missioni di ricognizione pura, e pertanto la presentazione dei dati non avviene in forma digitale, ma mediante registrazione su videocassetta che poi al rientro viene data agli analisti.

 

--------

Meno male che posso modificare ancora il msg così non posto di nuovo...

 

Ho dato un'occhiata alle tue foto, su quel forum.

Esse riprendono Tornado adibiti a missioni SEAD, ma non tutti sono ECR.

Alcuni sono normali IDS con predisposizione agli HARM.

Delle tue foto, questa è quella dell' IT-ECR completo.

 

ventre%203.jpg

 

Noterai sotto, il rettangolino giallastro: è lo scanner IR lineare.

Poco dietro, il piccolo "pod" semisferico: è il FLIR.

Edited by Gianni065
Link to post
Share on other sites

gianni ti devo smentire,quel rettangolino giallastro non è lo scanner IR (gli ECR italiani non ne sono dotati),quel affare giallino si vede anche negli altri tornado,in questa foto piu o meno sotto la cabina prima dell'inizio dei piloni sotto la fusoliera si vede lo scanner IR

 

tornado.JPG

Link to post
Share on other sites

E sì Easy, alla fine sono riuscito a scoprire come stanno le cose.

 

Allora, il Tornado ECR italiano doveva montare un IRS, ossia uno scanner all'infrarosso, ma non lineare, bensì panoramico. L'alloggiamento del sensore, a scomparsa, era previsto proprio in quel quadratino giallo che ti ho detto, solitamente utilizzato dall'antenna piana del doppler.

 

E' stato persino liberato lo spazio dei cannoni, poi non se n'è fatto più nulla, per ragioni economiche.

 

Il quadratino giallo è rimasto quindi ad essere utilizzato per l'antenna doppler.

 

Purtroppo la fonte che avevo citato, l'Air Power Journal, non era abbastanza aggiornata. Cose che capitano. Bravo Easy.

 

-------

 

Per Dread: il pod con la "punta" nera è esattamente dietro il famigerato quadratino giallo...

Link to post
Share on other sites

Il POD di solito è un contenitore aerodinamico che si appende da qualche parte sull'aereo (ali, fusoliera). Di solito contiene apparati elettronici, ma può anche contenere altro.

Nel caso del Tornado ECR uso un po' impropriamente il termine POD per il FLIR, visto che un POD è qualcosa che stacchi e attacchi, mentre quello è più correttamente un bulbo fisso.

 

Però in gergo si chiama Pod anche quello, quindi va bene. Il FLIR è una specie di telecamera infrarossa.

 

Un Jammer è un apparato che disturba le frequenze radar e radio dei sistemi elettronici nemici. Esistono anche dei jammer infrarosso, a dire il vero.

Link to post
Share on other sites

Questa foto mi ha incuriosiato abbastanza...

 

chinalake05a.jpg

 

solitamente le taniche di carburante sono poste sotto le semiali, a Ghedi si evitava di metterle sotto la "pancia" del Tornado perchè obbligava gli equipaggi a dover effetuare atterraggi e decolli più lunghi e delicati...

 

In tale maniera sembrava di vedere decollare e atterrare degli aerei di linea piuttosto che dei caccia-bombardieri!!!

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...