Jump to content

blitz

Membri
  • Content Count

    132
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Everything posted by blitz

  1. Tornando al sodo... forse ho perso una puntata ... ma LM ha veramente abandonato la gara Sud-Coreana? C'è una mezza riga a riguardo, qui: http://www.defenseworld.net/news/8885/Eurofighter_Typhoon_Eliminated_From_S__Korea_Fighter_Bid
  2. => http://www.lastampa.it/2013/07/31/italia/politica/f-mauro-gi-spesi-miliardi-per-modificare-la-portaerei-cavour-yCj5WpIqzQ4ow97d4DbDkK/pagina.html Ok ( ). C'è qualcuno che mi può spiegare l'entità delle modifiche citate dal ministro? Per 3,5 miliardi di €uretti, penso siano interventi pesantucci.... (la costruzione della Charles de Gaule è costata 4,5... mettiamo pure 5 miliardi. E parliamo di tutt'altra stazza). MI sembra aver letto qui che il "rumore" secondo il quale il getto verticale del F35B danneggiava i piani di decollo\atterraggio era pura leggenda metropolitana. Bene. Dunque eliminiamo potenziali problemi di resistenza del ponte della Cavour. Ma rimane la domanda: quali sono state le modifiche alla Cavour tali da costare 3,5 miliardi di €? Perché a questo punto bisogna esser chiari: o il ministro mente, o c'è qualcuno che ha abbondantemente "mangiato sopra" i lavori. In ogni caso mi piacerebbe, da contribuente, vedere il dettaglio di tale fattura. Se esiste.
  3. Va bene che il giornale si chiama India Today. Ma il problema è che si chiama cosi ogni santo giorno. Incluso il 1° Febbraio 2012, data della paruzione dell'articolo, se non erro. Mmmhhh .... Holmes..... mi sorprendi.... tu che sei cosi puntiglioso sulla bontà delle fonti altrui...
  4. Pero son già ben 2 messaggi che ti arrampichi agli specchi contraddicendo questa tua affermazione. Dalle mie parti questo si chiama "aver la coda di paglia".
  5. @ Super87 Rispetto alle tue sentenze sulla Francia: ... Forse è opportuno limitarci a "parlare" di cose che si conosce. Il Rafale? Gia detto 1000 volte: funziona tranquillamente per assicurare le missioni per le quali è stato concepito. Non penso in fase progettuale la priorità sia stata data a ipotetiche vendite export, ma bensì alla pertinenza del mezzo rispetto ai specifici bisogni nazionali. Non ha comunque da arrossire visto i risultati ottenuti in varie gare di valutazione. Tutt'altro. Il C.d.G? Vettore importantissimo in caso di proiezioni -ben reali queste, ne dispiace a chi gonfia il petto immaginandosi il Carabiniere del mediterraneo ma parte sempre ad operazioni ultimate- nelle zone calde, laddove gli interessi nazionali francesi -e non solo- potrebbero essere minacciati. (Vedi per esempio la sua specifica utilità per "coprire" i territori francesi d'oltremare, dalla Guyana a St Pierre et Miquelon...) Problemi di non funzionalità su questa portaerei, dici? Qualcuno, si. Ma dai, non facciamo i buongustai al Mc Donald... Certe FREMM hanno dovuto tornare di fretta ai bacini, causa una spiccata tendenza a voler giocare al sottomarino in fase di immersione. Diciamo che in ogni programma qualche ritocco ci sta, finché non è l'intero programma a diventare un gigantesco ritocco, come nel caso del l'F35. Resta il fatto che la Francia è in grado di progettare e costruire i mezzi a cui alludi, aldilà del costo economico. Queste competenze non hanno prezzo.
  6. Londra sorride, Berlino piange... http://www.spiegel.de/international/europe/safety-problems-eurofighter-costs-soar-amid-mismanagment-a-910231.html
  7. Dai, questa la posto quasi per allentare la tensione. Tutto questo rumore attorno al programma F35 è esagerato. Perfino gli abitanti di Burlington non ne vogliono piu sentire di questo Jet...
  8. Penso che oramai è chiaro a tutti. Il senso di questo intervento (come di tanti altri firmati Holmes del resto)? E' Lobbying. Loobying di bassa quota, tanto per restare in tema aeronautico, ma pure Lobbying. Siamo tutti maggiorenni e vaccinati. Tanto vale chiamare le cose col nome adeguato.
  9. Che sia Stealth anche la democrazia ?? http://www.corriere.it/politica/13_luglio_03/f35-consiglio-supremo-parlamento_9b448e7a-e3e5-11e2-a86e-c1d08ee83a64.shtml
  10. ... Guardi che a questo punto, Le consiglio di interpellare in gran fretta le autorità canadesi, cosi da illustrare loro l'errore madornale che stanno facendo con il programma\buffala Canada First. E ne approfitti pure per rimettere sul tappetto la pertinenza del sotto-programma Polar Epsilon, in totale contraddizione con la Sua dottrina. http://www.forces.gc.ca/site/contact-eng.asp Grazie, Holmes. I cittadini\contribuenti canadesi riconoscenti.
  11. Chi ha parlatto nello specifico di abitabilità? di oro nero? Per favore, Holmes, non ricadiamo nelle solite "diluzioni" che poi non son mai soluzioni. Che buffi questi Canadesi, si permettono pure di definire una strategia globale di diffesa (che contempla l'Artico, eccome...) senza consultare Holmes!!: "In Canada’s Arctic region, changing weather patterns are altering the environment, making it more accessible to sea traffic and economic activity. Retreating ice cover has opened the way for increased shipping, tourism and resource exploration, and new transportation routes are being considered, including through the Northwest Passage. While this promises substantial economic benefits for Canada, it has also brought new challenges from other shores. These changes in theArctic could also spark an increase in illegal activity,with important implications for Canadian sovereignty and security and a potential requirement for additional military support." Fonte:http://www.forces.gc.ca/site/pri/first-premier/June18_0910_CFDS_english_low-res.pdf
  12. @ Fabio-22raptor: Condivido con te il fatto che nessun abbia la palla di cristallo per proiettarsi in qualche scenario geo-strategico futuristico. Ci sono però due cose che mi turbano assai. Due cose palpabili oggi, senza estrapolare sul domani. Insomma; due cose reali. - La sfacciataggine e l'ostinata sufficienza con la quale i responsabili militari tentano di influenzare queste "scelte" per mezzo di qualsiasi supporto mediatico. Un responsabile militare dà una risposta, se e solo se interpellato dall'esecutivo. Spetta poi a quest'ultimo valutare e decidere. Ho l'impressione questa premessa sia spesso capovolta ultimamente. Mi torna in mente la Grecia dei Colonnelli. La democrazia che si tentò di esportare in A'stan dovrebbe essere più vigorosa in Italia per non venire derisa nelle contrade barbare... - Il bilancio dello stato è alle corde. Siamo vicini a portare i libri in tribunale, penso sia chiaro a tutti oramai. Siamo passati dai "Macché crisi, i ristoranti son pieni" ai "se facciamo i bravi evitiamo il default" sussultato oggi da Letta. Tutto questo in pochissimo tempo, malgrado le rassicurazioni paternalisti di quasi tutti i rappresentanti politici. Dunque, la situazione è questa: fior di strateghi si stanno masturbando le meningi per valutare le risposte da dare a possibili scenari evolutivi globali, mentre la loro sedia sta per cedere sotto le loro chiappe. C'è un piano B, o anche gli F35 se li dovranno sudare i nostri nipotini? Vabbé, forse domani il mondo sarà + pericoloso. Ma non sarebbe utile mettere a posto i conti prima di voler cacciare (a suon di miliardi che non ci sono mentre scrivo questo messaggio) le chimere? Nessuno parla di calare le braghe. Ma bisogna essere realisti. Quando mai l'Italia (sopratutto la sua componente aerea) si è impegnata seriamente in qualche conflitto, pure di bassa intensità, pure con rischi minimi? Con buona pace delle dichiarazioni di Bernardis: mai. Ogni volta è la stessa cosa: la debolezza militare, la riluttanza politica o il doppio gioco commerciale vengono diluiti sotto il rullo compressore NATO\USA. Patetico risciaquarsi a posteriori la bocca con riferimenti a "contributo di prim'ordine". Se si tratta di mostrare i muscoli dalla finestra e chiamare il fratellone in caso di problemi seri, bastano e avanzano un centinaio di Grippen. Col risparmio si potrà finalmente rattoppare le strade e creare qualche polo ambizioso di R&D sulle nuove tecnologie. Invece di svendere a pezzi la Telecom alla Huawey. @ Holmes: Se guardo una mappa, noto una zona chiamata Artico. La reputo ricca. Molto ricca. Suppongo la mia visione sia stata condivisa da chi ha deciso il programma “Canada First”. L'unica nazione a non "necessitare" del F35 non penso sia il Canada. La ritengo personnalmente molto più vicina al Colosseo.
  13. Pure rischiando l'Off-Topic.... Siamo tutti sicuri l'Italia non sia intenta a comprare da 90 a 131 Ferrari solo per andare a fare la spesa?
  14. Opinione tua.... io la vedo diversamente... Anzi non la vedo poi cosi furba questa mossa dell'improviso pacco regalo proposto al CAE. Sa tanto di "corriamo -con finta nonchalance- ai ripari". Si capisce che cominciano ad aver i sudorini. Non è mai una bella mossa quella che tradisce la paura. Ma una cosa la vorrei vedere: che venga indotta una valutazione tecnico\operativa fra i contendenti per la gara canadese. Se effettivamente il governo canadese si spinge fino ad organizzare un confronto dinamico, ci sarà da ridere. Immagino i commerciali L.M abbiano già ordinato i mocassini a "ventosa". Quelli che permettono di arrampicarsi sugli specchi. Con finta nonchalance...
  15. Tolto il dubbio ( si temeva una riduzione ad 8 esemplari) e confermati gli 11 ordini FREMM: http://www.lopinion.fr/blog/secret-defense/ministre-defense-confirme-commande-11-fregates-multimissions-1258
  16. A proposito dell'A.d.A, sembra si sia finalmente decisa per i PC-21: http://www.lopinion.fr/blog/secret-defense/l-armee-l-air-souhaite-acquerir-vingtaine-pilatus-pc-21-1291 Dei cugini tutto si può dire -e tutto si dice- ma se comprono Pilatus dopo l'esito "politico" della gara per il caccia destinato alla Schweizer Luftwaffe , di sicuro non sono vendicativi.
  17. D'accordo con te, ho provato le stesse "sensazioni" dopo l'annuncio del possibile incremento dell'ordine F35. iI Timing col G8 non può essere casuale. . Qualcosa, in pentola, bolle...
  18. Non ho potuto proseguire la lettura dopo aver letto questa frase. Occhiali appanati. Bisogno di fare la pipi. Devo dare ragione ad Holmes...: Certe fonti (e relative sotto-fonti) sono veramente deliranti. Grazie comunque per il momento di sana ilarità.
  19. Straquoto, Pinto. Il Dakota... Che mito... Nelle Eighties, ce n'era uno che stazionava regolarmente presso l'aeroporto de La Blecherette, vicino Losanna. Un giorno ho visto un tipo che stava bucando ripetutamente l'ala destra... Quasi chiamavo rinforzi.. Poi l'attentatore mi ha spiegato: "le fessure, amico.. le fessure... bisogna pure fermarle..." Dakota... Persino i Cinesi l'hanno stampato sulle banconote: (probabilmente un Nakajima L2D, versione costruita sotto licenza in Giappone e allora in uso nella R.P.C:
  20. Contratti, costi, velatura, incidenza, grandeur, Jon Lake.... quanti paroloni ... Dai, torniamo al concetto di base: Passione. => http://vimeo.com/68696584
  21. Non parliamo della stessa cosa. Io parlo di efficienza del mezzo. Coerenza di fronte ad una scelta geostrategica. Tu mi rispondi commercio. Grazie al volo di riconoscere che l'apporto Dassault al progetto Typhoon sarebbe stato determinante. (c'è persino chi immagina questi due velivoli "gemelli" ...). Ma la storia è stata ribadita 1000 volte: allo stato maggiore frenchie serviva un jet "tutto fare". Capirai che, senza tanta grandeur, i cugini hanno preferito sviluppare, costruire e pagare un apparecchio che rispondeva ai LORO bisogni. Apparecchio che, molto sinceramente, ha compiuto .. onestamente le missioni a lui finora affidate. E come vedi: qualche extra in Dogfight il Rafale riesce persino a farlo... What Else?
  22. Ha ragione Trapier. Senza dubbio. La Francia non deve pentirsi della sua scelta. Voleva un multiruolo, e ha un multiruolo. Un onesto multiruolo. Molto onesto...
  23. Non capisco.. Adesso smerciano il tanto osanatoTyphoon? http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-06-01/grande-svendita-armi-usate-143811.shtml Impossibile. Sarà un'altra fonte "non affidabile".
  24. Ma c'è una moderazione su questo Forum?
  25. Ascolta, penso sia meglio per il buon nome del sito - e per il mio livello di autostima- che io smettessi di risponderti. Ti ho fornito 6/7 fonti a testimonianza della mia visione della situazione, l'ultima essendo assolutamente pertinente all'oggetto del discorso. Se una testimonianza sulla preocupazione dell'esecutivo U.S di fronte a gravi fatti di spionaggio (testimonianza riferita da Le Monde, testata che non è la più mediocre del pianeta) è "sentito dire" allora stiamo perdendo tempo a tentare la via della serietà tramite fonti.
×
×
  • Create New...