Jump to content

Merspirit1

Cancellato
  • Posts

    42
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Posts posted by Merspirit1

  1. Se intendi le decals relative all'abitacolo (pannello strumenti e cose del genere) vanno certamente applicate in fase di costruzione e finitura dell'abitacolo stesso. Se necessario, è opportuno che le decals vengano bagnate con l'apposito prodotto per ammorbidirle e far sì che si adattino alle superfici di appoggio, che di solito non sono lisce ma hanno parti in rilievo. Se poi vuoi la perfezione e usare i lavaggi scuri per evidenziare i particolari interni, occorre prima verniciare il tutto con acrilica lucida, applicare i lavaggi (che scorrono bene solo sul lucido) e proteggere il tutto con una successiva mano di acrilico opaco. Naturalmente tenendo presente che in scala 1/48 raramente si può vedere bene l'interno dell'abitacolo a modello finito. A te la scelta. Buon lavoro!

    grazie .

    ma dunque per gli interni devo usare proprio gli acrili? perché in zona non c'è molto :)

  2. Buon lavoro, il soggetto è molto bello. Solo un dettaglio, che però riguarda la fase finale. Se sei al primo lavoro certamente non hai materiale di scorta, quindi ricordati che la Revell (per ragioni di "political correctness") non fornisce le decals con la svastica, che tutti gli aerei della Luftwaffe portavano su ambo il lati della deriva. I buoni negozi di modellismo dovrebbero però essere in grado di procurartele.

    In ogni caso, le decal della cabina devo metterle prima ?

  3. Buon lavoro, il soggetto è molto bello. Solo un dettaglio, che però riguarda la fase finale. Se sei al primo lavoro certamente non hai materiale di scorta, quindi ricordati che la Revell (per ragioni di "political correctness") non fornisce le decals con la svastica, che tutti gli aerei della Luftwaffe portavano su ambo il lati della deriva. I buoni negozi di modellismo dovrebbero però essere in grado di procurartele.

    Si , me ne sono accorto della mancanza nelle decal fornite... ma prima devo ancora fare molte e lunghe operazioni ( chissà se ci arriverò :) ahha ) comunque grazie. spero a breve di poter postare delle foto sull'andamento di questo modello.

  4. se hai una buona mano col pennello e non usi l'aereografo, ti consiglio di tenerti sugli smalti. se, però, a breve passerai al magico strumento, prendi degli acrilici che vadano bene anche a pennello, come Life-Color e Vallejo.

     

    normalissima colla per modellisimo.

     

    in genere, si incolla e si rifinisce il più possibile, prima di verniciare. tuttavia, alcune cose vanno verniciate prima di essere montate. è questione di abitudine, ognuno ha le sue e, col tempo, anche tu svilupperai determiante routine.

    Come colori :

    http://www.amazon.it/H66-Rlm79-Sandy-Brown-Semi-gloss/dp/B00B7MKETC/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1388694619&sr=8-1&keywords=rlm+79

     

    http://www.amazon.it/H418-Rlm78-Light-Blue-Semi-gloss/dp/B00B7MF05A/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1388697002&sr=8-1&keywords=rlm+78

     

    possono andare bene?

     

    Invece quale colla dovrei utilizzare? Un esempio?

     

     

     

  5. Salve a tutti ,
    già in precedenza mi ero "fatto sentire" pubblicando qui alcune foto di piccoli modelli in cartoncino costruiti da me .
    A questo punto , mi sono deciso ad acquistare il mio primo modello statico da assemblare , ovvero un Me 109 F (il mio preferito) della Revell. west8%20068.jpg
    Ho letto molti articoli riguardanti il modellismo statico, ma non ho comunque alcuna esperienza in proposito , (a parte buona manualità con il pennello ) dunque chiedo il vostro parere sulla scelta dei colori (smalti o acrilici) , delle colle , ma soprattutto delle procedure esatte che devo seguire durante la costruzione.
    Ad esempio una domanda che mi viene subito in mente è: Devo prima verniciare i pezzi senza smontarli , oppure incollarli e dopo verniciarli dopo asciugatura?
    Vi ringrazio anticipatamente per ogni vostro consiglio , e ne approfitto per augurarvi un felice 2014 :).

    Rev_Bf109F-4_03.jpg

    Revell_Bf_109F-4_006_fs.jpg

  6. BF 109 K-4

    med_gallery_7579_118_281207.jpg

     

    Bf-109K-4 Kurfurst,med_gallery_7579_118_7440.jpg

    1944

    Tipo: Fighter

    Peso: a vuoto: 2.675 kg; Al decollo: 3.362 kg.

    Lunghezza: 9,2 m.

    Apertura alare: 9,94 m

    Superficie alare: 16,05 mq.

    Motore: Daimler-Benz DB 605 D.

    Potenza: Indicato= 1475 HP Partenza=: 1.850 HP (DB605DB) / 2.000 HP (DB605DC)

    Velocità (dati con l'uso del dispositivo per l'iniezione di miscela acqua-metanolo MW190): livello del mare: 580 km / ha 6000 m: 710 kmh

    Armamento: mm 2x13 (MG 131); cannone 1x30 mm (MK 108).

     

    L'introduzione del Bf-109-K ,una nuova modifica dell'autunno 1944 è stata motivata dal desiderio di semplificare la tecnologia al massimo e ridurre i costi di produzione. L'idea era di mettere tutta l'esperienza acquisita durante lo sviluppo, la produzione e il combattimento con le prime modifiche dei Bf-109 precedenti , e applicarle nel nuovo Bf-109 K .Il Bf-109-K era una versione modificata del Bf-109G-10 che ora era stata ben migliorata. La pre-serie Bf-109-K-0 apparso nel settembre del 1944 era differente dalla serie G all'esterno per il suo cofano motore allargato in cui è stato montato il cannone da 13 millimetri MG131 e le mitragliatrici da 15 millimetri MG151/15 . Oltre ai cannoni principali, il velivolo è stato equipaggiato con un motore , sul quale è montato il cannone MK 108 da 30 millimetri che spara attraverso il mozzo dell'elica. L'aereo è equipaggiato con un nuovo motore Daimler-Benz DB 605 DB con l'addizionale GM-1 (ossido di azoto) che può aumentare la potenza del motore per un breve periodo. Durante le prove di pre-serie , è emerso che il funzionamento del motore non era affidabile e la costruzione dell'aereo sarebbe stata troppo pesante a seguito di installazione di nuovo armamento. Prendendo i risultati dello studio in considerazione, il nuovo e migliorato Bf-109K-4 è stata sviluppato. Le spedizioni verso le unità della Luftwaffe iniziato già da ottobre 1944. Il Bf-109-K-4 è costruito con un più affidabile motore DB 605 D, dotato di un MW-50 acqua-metanolo che agisce come il GM-1. La forma del cofano motore è stata cambiata per ospitare un nuovo motore con un grande compressore a due stadi meccanici . Il ruotino di coda del velivolo è completamente scomparso nella fusoliera. L'armamento è stato ridotto a due mitragliatrici MG 131 da 13 millimetri e il cannone MK 108 da 30 mm attraverso il mozzo dell'elica.

    Vantaggi: ottime caratteristiche prestazionali. Armamento forte. Possibilità di sorvolare qualsiasi inseguitore. Buon campo di visibilità dalla cabina di guida. Controlli di facile comprensione.

    Svantaggi : corto raggio. A causa dei problemi di produzione di fine guerra - una cattiva qualità e scarsa durata della fusoliera.

  7. Salve a tutti ,

    Ecco una mia piccola collezione di aerei della seconda guerra mondiale in cartoncino, costruiti da me.

    Tra questi:L'A6M Zero (giapponese) med_gallery_7579_113_574530.jpg

    e il suo antagonista L'F4U Corsair med_gallery_7579_113_462090.jpg ;

    Il P-51 Mustang med_gallery_7579_113_1427364.jpg ;

    L'Mk Vb Supermarine Spitfire med_gallery_7579_113_1793960.jpg

    med_gallery_7579_113_700092.jpg ;

    Il Junkers Ju-87 Stuka med_gallery_7579_113_974682.jpg

    med_gallery_7579_113_981294.jpg ,

    e infine il Macchi M.C. 205 Veltro med_gallery_7579_113_1365747.jpg

    med_gallery_7579_113_2266322.jpg

    Come si può ben notare , alcuni tra essi,sono stati interamente progettati da me( quelli di colore bianco), mentre gli altri (quelli colorati) facevano parte di un libro;

    proverò in seguito a colorarli con delle tempere o altro.

    Nella foto sono presenti le descrizioni dell'aereo.

  8. no ,no ho reso ali leggermente a dietro solo nella parte posteriore (sotto) , invece il motore ha un numero di giri poco elevato e non ha la potenza necessaria a portarlo a grandi velocità (riesce solo a spostarlo sul carrello)

  9. Salve a tutti,

    mi sono cimentato nella costruzione di un modellino di aereo che fosse stato capace di innalzarsi in volo.

    Ho usato del compensato e del polistirene; per la forma delle ali ho preso spunto dal Mk I Spitfire , ma ribaltando le ali , per avere maggiore portanza aerodinamica, mentre per ridurre al massimo il peso ho creato i collegamenti agli alettoni dietro stanti con dei soli stecchini.Collegate le pile ai vari motori , il mio modellino ha cominciato a spostarsi sulle ruote del carrello dapprima lentamente successivamente con elevata velocità , ma ovviamente non è riuscito ad "innalzarsi in volo" per l'eccessivo peso delle pile e dei motori , non adatti per un aeromodello

    Il risultato non è stato un granché ma è stato al contempo abbastanza soddisfacente come prima esperienza di costruzione.

     

    immagine 1

    immagine 2

×
×
  • Create New...