Jump to content

Junio Valerio

Membri
  • Posts

    34
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by Junio Valerio

  1. Secondo quanto si apprende dal Tg 1:

     

     

    - I tedeschi ritirano la loro marina, mentre gli inglesi intendono allargare il loro intervento, attraverso la Royal Navy

     

    - I francesi accettano il commando Nato, ma non rinunciano del tutto alla loro autonomia

  2. La NFZ si ottiene bombardando eccome. E' una operazione militare anche rischiosa (lo era di più nel 99 in Serbia). Si devono colpire le batterie antiaeree, i centri di comando, gli aeroporti...si neutralizzano le difese aeree.

     

     

     

    Inglesi, americani e francesi hanno una tradizione e una marina da sempre superiore per capacità ed esigenze territoriali. La Spagna non ha i Tomahawk, li voleva, tagliati per mancanza di fondi. Certo noi non li abbiamo neanche considerati, ma di questi tempi va cosi. Vedi la prua dell'Andrea Doria e Caio Duilio <_< .

     

     

    Si, ci sono delle stive adatte al lancio di missili cruise........ <_< <_< <_<

  3. Beh anche il mimbelli non è il massimo per il land attack, a meno di non voler tirare gli inadatti teseo o cannoneggiare la libia in stile WWI

     

     

    Questa è una grave mancanza per la nostra marina: inglesi, americani e spagnoli hanno i tomahawk, mentre i francesi hanno sviluppato lo scalp naval(versione imbarcata dello storm shadow o scalp).

  4. C'è poco da ridere, se scendiamo ci facciamo male da soli (i libici sarebbero più disponibili verso paesi che gli hanno aiutati) se stiamo dentro sarkozy fa comunque quello che vuole, insomma siamo fregati lo stesso. :thumbdown:

    Speriamo che obama faccia pressioni su sarkozy e che lo convinca a mettersi sotto comando nato, perchè ho l'impressione che sarkozy ci consideri molto poco.

     

     

    Si, ma stai scordando un particolare non indifferente: Sarkozy può bombardare quanto vuole, ma noi siamo in rapporti ''stretti'' con il consiglio dei ribelli. Siamo il primo referente occidentale, visti gli intensi rapp. commerciali - primo esportatore in Libia- con il paese nordafricano. Questo legame durato un secolo ( 1911-2011), non si estinguerà così facilmente!

     

     

    Ps.:.......dimenticavo gli aiuti umanitari!

  5. buongiorno, mi per metto di scrivere nel vostro forum quale appassionato di aerei militari seppur molto poco informato rispetto a molti di voi.

     

    mi ritengo maggiormente preparato sulla politica internazionale e posso affermare con buon grado di certezza che quello che sta avvenendo in libia non è un'operazione militare di sostegno ai ribelli, ma un'operazione politica a sostegno degli interessi economici dei singoli stati. vi siete maii chiesti che fine farebbero i contratti tra la libia ed eni se la francia fosse l'unica ad intervenire in favore di un futuro nuovo governo libico?

     

     

    Ti ringrazio per la collaborazione, ogni tuo intervento sarà a me grato. In realtà, i nostri politici sanno cosa ci sia sotto l'interventismo francese, ed alcuni né hanno ammesso le cause, dettate dalla Realpolitik francese.

  6. Non ci credo per nulla che l'F-15 sia precipitato per cause tecniche. Comunque se è stato realmente abbattuto, non sarà l'ultimo: significa che la contraerea libica ha una efficacia marginale ancora spendibile. Ora dirò una cosa politicamente scorrettissima: se abbattono un Rafale (con pilota illeso), stappo una bottiglia di spumante italiano. :D

     

     

    Concordo! Comunque andrà, abbiamo un grosso vantaggio sui francesi: siamo il paese occidentale più vicino alla Libia, mentre gli altri sono sordi muti e ciechi. I ribelli, così come le forze lealiste, hanno stretti contatti con il nostro paese. Dobbiamo sfruttare la nostra posizione, che è quella di ago della biliancia nella risoluzione libica.

  7. qualche pagina fa, ho scritto un piccolo paragrafo di probabile storia, Dominus giustamente, mi ha contestato a parer suo un eccesso di "fantapolica" e io mi sono augurato che abbia ragione.

     

    purtroppo i fatti non vanno in direzione della speranza, ma confermano l'interesse franco-GB per la libia petrolifera.

     

    p.s. la libia è stata recentemente riconosciuta come il paese con le maggiori riserve petrolifere! (appena ritrovo i file li pubblico)

     

    continuo a sostenere che tutto si è scatenato dopo il disastro di fukushima come corsa ai ripari dal nucleare (discorso molto articolato non in topic).

     

    spero ancora di essere smentito.

     

     

    Ti correggo, la Libia è l'ottava paese per riserve petrolifere

     

    Fonti Wikipedia

  8. Esperto di strategia militari a Porta a Porta:

     

     

    - Smentita la presenza della Sas in Libia

     

    - I diplomatici italiani sono gli unici ad avere un canale preferenziale con le due parti

     

    - Americani, inglesi e francesi sono sordi, muti e cechi

     

     

     

    .....In sostanza, Libia è casa nostra, ma ce la stanno soffiando sotto il naso! I ribelli hanno chiesto appoggio all'Italia in primis!!!

  9. Hanno capito che la guerra sta finendo a ca22o di cane e per non si sa mai sta facendo sapere al gheddafi che noi non stiamo facendo nulla e siamo stati coinvolti dai francesi e dagli inglesi perchè eravamo molto vicini...

     

     

    Dopotutto sembrerebbe una buona soluzione per noi:

     

    - Si evitano critiche di natura pubblica ( se non fossimo intervenuti, le critche sarebbero state atroci. La neutralità poteva essere un bomba a grappolo, visti gli ultimi rapp. tra G. ed il Governo)

     

    - Ci impegnamo a fianco degli alleati

     

    - Evitiamo di troncare i rapp. con il beduino

  10. Forse non sta a noi spiegare ai libici cosa è meglio per il loro paese.

    Per rispondere ai vari facinorosi, assetati di colonialismo: prima degli interessi italiani in libia, contano gli interessi dei libici, perseguiti dai libici. Io sono per il cinismo, avremmo dovuto lasciare i ribelli a loro stessi, e farci i fatti i nostri. D'altra parte, risalendo la china delle cause-coseguenze di questa sciagurata vicenda, non avremmo certo dovuto appoggiare un dittatore come gheddafi. In quanto stato democratico e liberale nonn dovremmo appoggiare nessun dittatore.

     

    E dominus direbbe: "se avessimo fatto così a quest'ora giereremmo tutti in calesse". Il che è vero.

     

    Allora vedi che siamo imperialisti?

     

     

    Ma di quale appoggio parli?? Non ci siamo mica allleati con la Libia, semplicemente abbiamo interessi economici in comune!

     

     

    - Siamo il primo paese esportatore, ricoprendo il 17% delle importazioni libiche

     

    - La Libia è il primo fornitore di greggio ed il terzo di gas

     

    - Ci sono 100 aziende italiane, operanti nel mercato libico

     

    - I libici vantano diverse partecipazione, in gruppi italiani di primaria importanza: Unicredit, Eni, Finmeccanica.....solo per citarne qualcuno

  11. si è bombardato perchè si è interpretata in maniera oltremodo aggressiva la NFZ (in maniera molto diversa da quelle irachene degli anni 90).

    il perchè è facile: la NFZ, con una risoluzione oltremodo fumosa, è un "cavallo di tro*a" per giustificare, legalmente, un appoggio ai ribelli... che ancora non si sono espressi chiaramente su questo aspetto.

     

     

    Riflettendo bene, ho ipotizzato due motivi giustificanti, riguardo al bombardamento:

     

    1) La difese antiaeree potrebbero essere un ostacolo per la NFZ

     

    2) Con la NFZ , non si risolverebbero i casi di sterminio tra i civili: se non bombardano, potrebbero sempre usare i T 72 e qualche vecchio obice, per compiere stragi tra la popolazione ribelle.

  12. quello che vi sfugge è che manca il diritto legale per destituire Gheddafi e la risoluzione 1973 non parla di destituzione del colonnello ma di una fumosa NFZ per difendere i civili e di qualche sanzione economica, specificando che non sarà ammessa alcuna "occupazione straniera" della Libia... quindi niente interventi di terra.

    tutto il resto è fantapolitica con un pizzico di colonialismo, anche perchè di personaggi come Gheddafi n'è pieno il Medio Oriente e l'Africa e non mi pare che qualcuno li voglia detronizzare un giorno si ed un giorno no, per difendere i diritti umani.

     

     

    Allora perchè abbiamo bombardato?? L' ONU non ci ha chiesto di colpire bersagli a terra, ma di sorvegliare i cieli libici. Comunque, basterebbe un bel lavoretto della CIA.....e addio al beduino! :asd: :asd:

  13. Alla fine sono gli impicci delle risoluzioni onu che creano questi problemi...se partivamo subito con l'obiettivo di fermare ghedaffi e rovesciarlo non avremmo avuto problemi di cessate il fuoco anche se penso che sarà l'ennesimo tentativo libico di fermarci, da notare che gli elicotteri libici stanno ancora sparando su misurata quindi non mi sembra che stiano cessando il fuoco...ma dove sono finiti gli f 16 danesi?9 f 16 spariti nel nulla...in teoria dovrebbero aver volato verso misurata ma per adesso non sembra arrivare niente...

    Alla fine, dominus, il nostro obiettivo primario sarebbe quello di rovesciare ghedaffi ma per fare questo dobbiamo attenerci al gioco che ci impone delle regole e ghedaffi sembra saperlo giocando continuamente sul cessate il fuoco.

     

     

    Appunto, non è la prima volta che ''bleffa'' con il '' cessate il fuoco''. Oltretutto, cosa pensa di fare con gli insorti?? Come giustificherà lo sterminio dei civili, di fronte al suo popolo??

     

    Lo vai a prendere tu :D

     

     

    Intanto venga emmessa un' accusa: costringiamolo a latitare!

  14. Non ci crede manco topolino, poi il senno del poi non vale in diplomazia.

     

    E' stata fatta votare una risoluzione dell'ONU con un determinato obiettivo e con delle determinate ragioni.

     

    Non si esce da quel documento, scripta manent.

     

     

    Non credo che tale risoluzione, comporti una '' restaurazione'' del Colonnello . Come minimo dovrebbe essere esiliato ed espulso dal suo paese!

  15. ma Gheddafi non era più un problema per gli americani e non è mai stato un burattino occidentale.

     

    se la situazione rimane così, sarà un tantino difficile sloggiarlo, nè i vari tribunali internazionali hanno molto potere quando l'indagato non è stato già arrestato.

     

     

    Ora lo è per noi, senza dimenticarci dei cugini transalpini e degli inglesi. Tra l'altro, saremmo nella stessa situazione anche se non avessimo bombardato! E' stato meglio inimicarsi Gheddafi, piùttosto che esser amici di uno, che si è fatto una brutta fama.

  16. Tranquillo Dominus, domani ci sarà un'altra messa in scena con qualche aereo libico trovato chissà dove e pilotato da un francese/inglese per dimostrare che la no fly zone è ancora necessaria.

     

    Intanto una domanda: e se sul famigerato rimorchiatore dell'ENI ci fossero familiari di Gheddafi in fuga e il sequestro fosse solo una copertura?

     

     

    Appunto, si troverà un modo per far fuori il dittatore, perchè così è stato deciso!

×
×
  • Create New...