Vai al contenuto

Welcome to Aerei Militari Forum
Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to create topics, post replies to existing threads, give reputation to your fellow members, get your own private messenger, post status updates, manage your profile and so much more. If you already have an account, login here - otherwise create an account for free today!

Foto

Scomparso aereo Air France


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 246 risposte

#61
paperinik

paperinik

    Generale di squadra aerea

  • Membri
  • 2202 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:...qualunque cosa non mi annoi!
Allora, per ora l'investigation board francese ha solo appurato due eventi con certezza assoluta:
1)L'aereo volava in una zona meteorologicamente perturbata, caratterizzata da correnti convettive (tipiche dell'equatore)
2)In base ai segnali ACARS ricevuti l'aereo riportava problemi circa la rilevazione della velocità dell'aria (da cui si deduce una probabile difficoltà di lettura di tali valori per l'equipaggio).

Alcuni esperti, fra cui Kieran Daly di Flightglobal, ritengono che la causa di tali inconsistenza dei valori di Airspeed sarebbe da attribuire a fenomeni di icing, che avrebbero inibito il funzionamento dei pitot

Questa è una riproduzione (autorevole, ma non ufficiale) dei segnali registrati dall'ACARS che sono stati mostrati ad un primo briefing da Airbus:
Immagine inviata
A questi link troverete (autorevoli) commenti sui segnali ACARS cruciali.
http://www.pprune.or...415-post48.html
http://www.pprune.or...485-post58.html
http://www.pprune.or...578-post67.html

Questo è la comunicazione che Airbus ha trasmesso ai vettori che utilizzano i loro aerei (la comunicazione è preceduta da un doveroso messaggio di cordoglio per le vittime del volo AF).

Accident Information Telex - Accident Information Telex

Subject: A330-200 AF447 accident

Airbus regrets to inform that an A330-200 aircraft operated by Air France has been involved lost over the Atlantic during flight AF447 from Rio de Janeiro to Paris, CDG on June 1st 2009.

The missing aircraft, registration number F-GZCP bearing MSN 660 was delivered to Air France in April 2005 and had logged over 18800 flight hours and 2500 flight cycles. It was powered by General Electric CF6-80E1 engines.

Preliminary report indicates that communication with the aircraft was lost over the Atlantic after approximately 3.5 hours since departure.
Further information is not available at this time. In particular the exact location of the aircraft has still to be identified.

According to available information, there were 216 passengers and 12 crew members on board.

In line with international ICAO Annex 13 convention, Airbus has offered full technical assistance to the investigation board which should be the French BEA (Bureau Enquêtes et Analyses) as the aircraft is registered in France and has been presumably lost over international waters.

The concerns and sympathy of Airbus go to the families, friends and loved ones affected by the accident.

Further update will be provided as soon as reliable information is available and Airbus is authorised to release them.

----------------------------------------------

ACCIDENT INFORMATION TELEX - ACCIDENT INFORMATION TELEX

SUBJECT: AF447 ACCIDENT INTO THE ATLANTIC OCEAN

This AIT is an update of the previous AIT n°1 concerning the AF447 accident into the Atlantic ocean on June 1st, 2009.

In line with the ICAO Annex 13 recommendations, the French investigation Board - BEA (Bureau d'Enquêtes et d'Analyses) is leading the technical investigation, with accredited representatives from the Brazilian Investigation Board and US NTSB, with Airbus providing technical support.

The following data have been approved for release by the French BEA.

The route of the aircraft was crossing a tropical multicell convective area at the time of the accident.

Failure/ maintenance messages have been transmitted automatically from the aircraft to the airline maintenance center.

The above mentionned messages indicate that there was inconsistency between the different measured airspeeds. Therefore and without prejudging the final outcome of the investigation, the data available leads Airbus to remind operators what are the applicable operational recommendations in case of unreliable airspeed indication.


The following operational procedures are available for the Airbus

Aircraft Type :

-A300: QRH 13.01 thru 13.03, FCOM 8.05.10;
-A310: QRH 13.01 thru 13.03, FCOM 2.05.80;
-A300-600: QRH 13.01 thru 13.03, FCOM 2.05.80;
-A318/A318/A320/A321 family: QRH 2.15 thru 2.18A, FCOM 3.02.34;
-A330/A340 Family: QRH 2.21 thru 2.23B , FCOM 3.02.34;
-A380: ECAM not-sensed procedures, FCOM - Procedures / ECAM

Abnormal and Emergency Procedures / 34 Navigation.

An update on the accident data will be provided as soon as further valuable information is approved for release by the Investigation Board.
-A300: QRH 13.01 thru 13.03, FCOM 8.05.10;
-A310: QRH 13.01 thru 13.03, FCOM 2.05.80;
-A300-600: QRH 13.01 thru 13.03, FCOM 2.05.80;
-A318/A318/A320/A321 family: QRH 2.15 thru 2.18A, FCOM 3.02.34;
-A330/A340 Family: QRH 2.21 thru 2.23B , FCOM 3.02.34;
-A380: ECAM not-sensed procedures, FCOM - Procedures / ECAM

Abnormal and Emergency Procedures / 34 Navigation.

An update on the accident data will be provided as soon as further valuable information is approved for release by the Investigation Board.



#62
speedyGRUNF

speedyGRUNF

    Colonnello

  • Membri
  • 470 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Località:REGGIO EMILIA
  • Interessi:Tutto quello che riguarda l'aviazione militare.<br>Ammetto di non essere un'aquila,ma conto di imparare un sacco di cose con voi ;)
Ne ho scritto in merito ieri a un moderatore.
L'ipotesi di un evento istantaneo quanto inaspettato potrebbe essere l'impatto con un meteorite o un rottame spaziale,è vero che come evento è piuttosti inusuale,ma come sappiamo gli aerei in volo ogni giorno sono svariate migliaia,e un evento non accade fino a quando accade...

Un'altra cosa mi fa però riflettere,ditemi pure del complottista,ma vedo certe analogie con il caso Ustica,cioè si diceva di qualche personalità a bordo(O anche qualche mercanzia/documentazione),dell'elevata profondità delle acque sottostanti,e appunto,la scomparsa pressochè improvvisa...I teleghiornali parlano di relitti di una nave affondata,però almeno sino ad ora non si sa di QUALE nave possa esserlo,in quanto penso esista una sorta di registro navale o le compagnie assicurative ecc ecc....
A questo punto potrebbero arrivare a trovarsi più fronti a confronto,cioè i congiunti delle vittime,la stessa Airbus,la compagnia aerea,tutti interessati a conoscere la verità,il che mi fa pensare che se non ci metteranno il naso politica e militari,allora non sarà una nuova Ustica,ma un caso che purtroppo potrebbe restare irrisolto.

#63
paperinik

paperinik

    Generale di squadra aerea

  • Membri
  • 2202 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:...qualunque cosa non mi annoi!

...si diceva di qualche personalità a bordo o anche qualche mercanzia/documentazione...

Chi diceva? Quale esperto? Quale fonte?

Personaggi scomodi? Chi?

Mercanzia segreta? Cosa? Forse uranio trafugato?

O i progetti per un'arma segreta?

Per favore...non diciamo cose assurde.

La questione è molto semplice:
1)Un aereo è precipitato in mezzo all'oceano Atlantico.
2)L'area interessata (circa 6000Km quadrati) è una zona dove non c'è alcuna copertura radar (per questo è chiamata "il salto")
3)La rotta era interessata da fenomeni meteo fortemente perturbati (fenomeni tipici per altro)
4)Il sistema automatico dell'aereo ha rilevato della anomalie precedenti alla scomparsa (il cui momento non è accertabile con sicurezza).
5)Ovunque siano, le 2 scatole nere si trovano a diverse migliaia di metri di profondità

Per questi 5 dati oggettivi, anche se duri da accettare, difficilmente le indagini riusciranno a stabilire con certezza assoluta le cause e la dinamica dell'incidente.

A scanso di equivoci: le indagini relative all'incidente dell'Md-11 Swiss Air furono certamente costose, ma si era relativamente vicini alla costa, c'era un tracciato radar chiaro e grossomodo si sapeva dove andare a cercare i resti.

PS: la caduta di un meteorite viene rilevata dagli Enti Spaziali...

Modificata da paperinik, 05 giugno 2009 - 17:39.


#64
vorthex

vorthex

    TOP GUN

  • Super Moderatori
  • 5936 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Località:Napoli
tutti sapete la politica del forum circa le illazioni sugli incidenti luttosi. vediamo di non cadare nelle solite illazioni o, peggio ancora, nel complottismo da due soldi... uomo avvisato, mezzo salvato.

buon proseguimento ;)

#65
picpus

picpus

    Generale di squadra aerea

  • Membri
  • 2198 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Località:Palermo/Paris - Italia/France - Unione Europea/Union Européenne
La Francia ha deciso di inviare nella zona dell'incidente, il sottomarino nucleare d'attacco (SNA) "Emeraude" (classe "Rubis"), per cercare di individuare i segnali emessi dalle scatole nere.


Eccovi il link all'articolo:

http://www.meretmari...e.cfm?id=110439

#66
speedyGRUNF

speedyGRUNF

    Colonnello

  • Membri
  • 470 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Località:REGGIO EMILIA
  • Interessi:Tutto quello che riguarda l'aviazione militare.<br>Ammetto di non essere un'aquila,ma conto di imparare un sacco di cose con voi ;)

tutti sapete la politica del forum circa le illazioni sugli incidenti luttosi. vediamo di non cadare nelle solite illazioni o, peggio ancora, nel complottismo da due soldi... uomo avvisato, mezzo salvato.

buon proseguimento ;)

Allora,scusate,ma è proprio come NON volevo pensare,cioè se uno ha un pensiero da esprimere che non segue la corrente,ecco che viene subito puntato...

Per la cronaca,non credo che un meteorite delle dimensioni di un pallone da calcio possa essere rilevato...

Che quell'aereo è sparito lo sappiamo ormai tutti,e non credo giovi ripeterlo a ogni piè sospinto per fare la figura dei supertecnici,ci sono Commissioni specializzate che indagano,e aereimilitari non risolverà di certo l'enigma,salvo l'intervento dei soliti noti(Ovvio),e credo che ancora un minimo di libertà di pensiero esista ancora,io ho espresso il mio senza attaccare gli altri,ma altri non fanno altrettanto a quanto vedo...Per quello che sappiamo potrebbe essere stato anche un fulmine globulare(Le condizioni potevano esserci),ma già...si scade nella fantascienza e nonèpossibileperchèunaereoècaduto ecc ecc....lo so lo so....
Forse è meglio stare zitti zitti e leggere,visto che qui sono tutti tecnici e periti,così come al bar sport si è tutti allenatori.

Per la questione di come la si pensa circa i casi con perdite di vite umane,credete che non gli si porti rispetto?E poi,si è parlato di tantissimi casi in cui vite umane sono andate perse,dalle armi nucleari ai fucili da cecchino,e spesso lì ci sono pure battute decisamente ixiote,eppure,impippandosene allegramente di quanti siano morti....

Per farla corta,mi sta sui co**ioni che la gente che non ha studiato o non ha potuto studiare venga trattata spocchiosamente.

Adesso VOGLIO UN 10% e il motivo lo scrivo io:Dice ciò che non si vuole sentire ed esprime pensieri contrari ai più.


EDIT

Ora basta.
Ho accettato tranquillamente che tu esprimessi delle tue opinioni anche sopra le righe nonostante fossero chiaramente provocatorie nei confronti della moderazione, alla luce di quanto intercorso in privato, ora queste accuse gratuite non le accetto.

Non ti do solo un 10% ma ti sospendo in attesa che lo staff decida come procedere.

Modificata da Dominus, 06 giugno 2009 - 01:24.
Violazione regolamento


#67
paperinik

paperinik

    Generale di squadra aerea

  • Membri
  • 2202 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:...qualunque cosa non mi annoi!
Speedygrunf....mi sento obbligato a risponderti poichè ritengo che il tuo intervento provocatorio sia indirizzato in primis a me.

Per quel che mi riguarda tu puoi scrivere tutto quello che vuoi , ma se ciò che scrivi è privo di fondamento è altrettanto legittimo che qualcun'altro dissenta e si opponga con decisione alle tue affermazioni. Questo è quanto è successo.

Tu hai scritto delle cose che molto poco c'entrano con l'aver studiato o non aver studiato....io ho certamente avuto la fortuna di aver studiato, ma le cose che ho studiato non c'entrano un fico secco con l'aeronautica e men che meno con l'ingegneria.
Semplicemente cerco di documentarmi prima di scrivere qualcosa e nell'era di Internet documentarsi è una possibilità ad appannaggio di tutti. Quindi la tua affermazione secondo cui chi non studiato o non ha potuto studiare viene trattato in modo spocchioso e discriminante è solamente meschina....riprova di ciò è il semplice fatto che come tu non hai modo di sapere quali sono i miei studi, io non ho modo alcuno di sapere quali potrebbero essere i tuoi.

Tornando all'incidente...

Hai lanciato delle ipotesi che tu per primo riconoscevi materia da "complottista"....ebbene, che reazione ti aspetti?!
Che davanti a 300 morti ti si dica: hai ragione! Forse sono stati rapiti dagli alieni? O come ho letto da qualche parte che l'aereo sarebbe stato preso dai narcotrafficanti (come è accaduto per piccoli turboelica in passato e come probabilmente è accaduto per il Let-410 in Venezuela a Gennaio 2008)! Ieri ad un bar ho sentito due ragazzi che discutevano sull'incidente: ebbene l'uno affermava categoricamente che l'aereo era esploso per un fulmine...ecco, in questa sede si vuole evitare che certe notizie infondate diventino certezza assoluta.

Semplicemente ti si è invitato a riflettere che certe ipotesi bislacche, nascono solo dalla voglia della gente di dare spiegazioni a tutto ed immediatamente....anche dovendo ricorrere a cause più o meno fantasiose.

Hai affermato che si è detto che a bordo c'erano personalità o merci scomode? Ebbene non trovi che sia opportuno riferire dove lo hai letto o chi lo ha detto?
Le varie ipotesi che io ho illustrato qui non sono ipotesi mie, ma sono ipotesi basate su massime d'esperienza e dati oggettivi di illustri ed autorevoli esperti mondiali in materia di investigazione aerea (piloti, ingegneri, tecnici....)

Modificata da paperinik, 06 giugno 2009 - 10:02.


#68
Dominus

Dominus

    TOP GUN

  • Super Moderatori
  • 6261 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
Ecco bravi, torniamo all'incidente o chiudo tutto e faccio una strage.

#69
Guest_intruder

Guest_intruder
  • Guests
Ansa di poco fa: L'Airbus di Air France Rio-Parigi, scomparso lunedì scorso sull'Atlantico con 228 persone a bordo, aveva inviato in totale 24 messaggi automatici di anomalie durante l'ultima parte del suo volo: lo ha detto oggi, in una conferenza stampa a Le Bourget (Parigi), il direttore dell'ufficio inchieste e analisi sull'incidente (BEA), Paul-Louis Arslanian.

L'ufficio inchieste e analisi sugli incidenti aerei francese (Bea) che indaga sulla scomparsa dell'Airbus di Air France sulla rotta Rio-Parigi, ha fatto sapere oggi che non c'é alcuna garanzia che il trasmettitore delle scatole nere dell'apparecchio sia sempre attaccato ai registratori di parametri del volo AF 447. Paul-Louis Arslanian, direttore del Bea, ha detto in una conferenza stampa all'aeroporto di Le Bourget, vicino a Parigi, che "non c'é assolutamente alcuna garanzia che il trasmettitore sia sempre attaccato al registratore. Può essersi staccato".

#70
ice-man

ice-man

    Tenente Colonnello

  • Membri
  • 388 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
comunque invito tutti a prendere con le pinze quello che i giornali scrivono... il 50% delle volte scrivono cose diverse perchè prendono i dati da fonti diverse mentre l'altro 50% scrivono sempre cose diverse ma le fonti sono le medesime!

La cosa che più mi diverte della faccenda (per quel che è possibile) è che sui giornali spesso compaiono ipotesi a dir poco assurde che tutti poi prendono come verità assolute come diceva paperinik qua sopra.

Ognuno di noi ha un'idea in testa di come sono andate le cose (anche io) ma in questi casi è meglio tacere e attendere che chi sa fare il suo lavoro lo faccia. Daltronde l'argomento è complesso in quanto parliamo della sparizione di una macchina volante e credo che solo un paio di persone in questo forum possano avere le conoscenze per avanzare delle ipotesi. Per tutti gli altri (me compreso) sarebbe come sparare a casaccio

#71
paperinik

paperinik

    Generale di squadra aerea

  • Membri
  • 2202 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:...qualunque cosa non mi annoi!

Ansa di poco fa: L'Airbus di Air France Rio-Parigi, scomparso lunedì scorso sull'Atlantico con 228 persone a bordo, aveva inviato in totale 24 messaggi automatici di anomalie durante l'ultima parte del suo volo: lo ha detto oggi, in una conferenza stampa a Le Bourget (Parigi), il direttore dell'ufficio inchieste e analisi sull'incidente (BEA), Paul-Louis Arslanian.

L'ufficio inchieste e analisi sugli incidenti aerei francese (Bea) che indaga sulla scomparsa dell'Airbus di Air France sulla rotta Rio-Parigi, ha fatto sapere oggi che non c'é alcuna garanzia che il trasmettitore delle scatole nere dell'apparecchio sia sempre attaccato ai registratori di parametri del volo AF 447. Paul-Louis Arslanian, direttore del Bea, ha detto in una conferenza stampa all'aeroporto di Le Bourget, vicino a Parigi, che "non c'é assolutamente alcuna garanzia che il trasmettitore sia sempre attaccato al registratore. Può essersi staccato".


Anche se non ho le conoscenze per interpretarli i 24 segnali sono questti, che ho postato ieri (fra l'altro indicando alcuni link dove venivano interpretati).

Immagine inviata

Allego questo curioso articolo del CorSera relativo alle ipotesi più o meno strambe ipotizzate. Come diceva Iceman, non sono certezze assolute...solo ipotesi (alcune fondate su dati oggettivi, altre sul nulla se non la fantasia).


Piloti ed esperti della sicurezza del volo concordano: «Un incidente aereo non avviene mai per una sola causa». A oggi gli unici dati disponibili per svelare il mistero del volo «447» di Air France sono i se­gnali automatici inviati dall’aereo, le testimonianze di alcuni piloti sulla stessa rotta, le inchieste sugli inci­denti precedenti. Ecco le ipotesi.

La turbolenza e il fulmine. Nell’area intertropicale dove è scomparso il volo si sviluppano forti tempeste. L’ultimo messaggio invia­to: «Stiamo per entrare in una forte turbolenza». Queste parole e i dati au­tomatici trasmessi dall’Airbus, sono alla base della prima ipotesi formula­ta dalla compagnia: «Fulmine». Che ha colpito forse la parte sotto la cabi­na di pilotaggio dove c’è il «cervello» del velivolo. Ma gli esperti ridimen­sionano: «Un aereo è colpito almeno una volta l’anno da un fulmine, è pro­tetto da scaricatori statici». Sotto ac­cusa correnti a getto e verticali (in quell’area corrono fino a 200 km/h). O anche tempeste di ghiaccio con chicchi grandi quanto un pugno.

I cambiamenti climatici. All’origine delle violenta turbolen­za in cui sarebbe trovato l’Airbus ci sarebbero i cambiamenti climatici. Tra i sostenitori dell’ipotesi c’è il cli­matologo Franco Prodi.

I segnali di avaria. Prima di scomparire l’aereo ha in­viato sei messaggi automatici di ava­ria: guasto agli impianti elettrici che governano i comandi, velocità oriz­zontale e verticale irregolari, sgancia­mento del pilota automatico, forte depressurizzazione, guasto della piat­taforma inerziale (il sistema di orien­tamento) e dell’orizzonte artificiale. Avarie reali, causate da eventi ester­ni o da un collasso informatico?

La velocità errata. L’Airbus procedeva con una veloci­tà errata: i messaggi automatici invia­ti dal velivolo, dice l’ufficio d’inchie­sta Bea, rivelano «incongruenze nel­le diverse velocità misurate». Airbus ieri ha inviato una raccomandazione a tutti i suoi clienti sulle procedure da seguire in caso di incoerenza di ri­levazione nelle velocità.

Il precedente della Qantas. Lo scorso 7 ottobre un Airbus 330 della Qantas (stesso modello) ha su­bito una picchiata di 2.000 metri: feri­te 40 persone. L’inchiesta dell’avia­zione civile australiana ha attribuito la causa a un collasso del sistema in­formatico che ha portato allo sgancia­mento del pilota automatico, alla pic­chiata (due) e a un atterraggio di emergenza (altri due episodi il 12 set­tembre 2006 e il 27 dicembre 2008). Da più parti (università del Massa­chusetts, air-accident.com, lo studio legale londinese Stewarts Law) i due incidenti sono da ricollegare. Ma Air­bus nega analogie: «I due sistemi di navigazione sono diversi».

L’errore umano. Perché il comandante non ha evi­tato la forte turbolenza (un aereo sul­la stessa rotta ha deviato di 60 km)? L’ha forse sorvolata? E in caso di ava­ria, l’emergenza è stata così grave da non essere controllata? In risposta a queste domande è stato ipotizzato anche l’errore umano.

Esplosione o «buco». I segnali automatici di avaria, in particolare quello di depressurizza­zione e la mancanza di resti, fa pensa­re a un’esplosione in volo. Parziale (un cedimento strutturale? un buco nella fusoliera?) o totale. Un pilota Air Comet sulla rotta Lima-Madrid ha detto di aver visto un «lampo in­tenso di luce bianca». Ma se c’è stata esplosione totale, perché quei mes­saggi di avaria?

«Ustica 2». Collegata all’ipotesi dell’esplosio­ne in volo c’è quella secondo la quale l’Airbus 330 potrebbe essere stato colpito da un missile. «È sparito nel nulla. Una vicenda misteriosa che rassomiglia moltissimo a quanto ac­cadde al Dc 9 dell’Itavia al largo di Ustica», ha detto il giudice Rosario Priore.

Attentato terroristico.Secondo il governo francese «non è esclusa l’ipotesi dell’attentato terro­ristico »: «Non vi è alcun elemento o pista, ma l’inchiesta in corso non lo ha mai escluso». Finora nessuna ri­vendicazione.

Le altre tesi .In alcuni siti si ipotizza che i co­mandi possano essere impazziti a causa di forti campi elettromagneti­ci, come quelli emessi dalla stazione navale Harold E. Holt, finiti «sotto ac­cusa » per gli incidenti alla Qantas. Ipotizzati anche misteri da Triangolo delle Bermuda e incontri ravvicinati con oggetti volanti non identificati.


#72
Maurice

Maurice

    Maggiore

  • Membri
  • 229 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Località:Novara
  • Interessi:Aeronautica, automobilismo, sport acquatici.
Non ho mai visto una tale quantità di ipotesi su un incidente aereo come in questo caso. Tutti ne parlano e tutti pensano di sapere, sono d'accordo con i moderatori quando ci ricordano di non esagerare.
Propongo a tutti di prenderci un periodo di riflessione ed aspettare la fine del mese, quando l'agenzia per la sicurezza del volo francese stilerà il primo rapporto, visto che è l'unico ente autorizzato a seguire l'inchiesta.

#73
butthead

butthead

    Maggiore

  • Membri
  • 250 Messaggi:
  • Sesso:Maschio

Ankyros....allora chiariamo: la fonte francese da cui tutti i giornali hanno ripreso la notizia parla di "velocità sbagliata".

Alcuni hanno (ovviamente) pensato ad un eccesso di velocità: l'eccessiva sollecitazione a cui sarebbe stata sottoposta la struttura avrebbe determinato il cedimento.

Altri di velocità troppo lenta: di fatto i piloti civili quando affrontano un'area meteorologicamente perturbata tendono a diminuire la velocità a scopo precauzionale. Tuttavia diminuirla troppo espone l'aereo ad un fenomeno del tutto simile a quello che accade in macchina quando si attraversa una piccola buca. Se la buca viene attraversata troppo lentamente verrà avvertita maggiormente rispetto ad un attraversamento più rapido. Allo stesso modo un aereo che attraversa aria turbolenta se è dotato di maggiore spinta ne verrà fuori in modo più agevole. Invece un aereo che procede troppo lentamente e si venisse a trovare in un vuoto d'aria consistente subirebbe una sollecitazione verticale fortissima....presumibilmente devastante.

Per questa ragione l'Airbus si è premurata di comunicare a tutte le compagnie che utilizzano l'A330 di divulgare una nota rivolta ai loro piloti affinchè volino con la spinta adeguata e sufficente per un volo lineare anche in condizioni meteo negative.
Cama81: gli aerei moderni sono dotati del sistema ACARS, che di fatto funge da scatola nera a distanza: questo sistema è quello che ha permesso di registrare i vari allarmi in automatico lanciati dall'A330 (segnali che fanno escludere con buona certezza l'ipotesi attentato).


sempre riguardo la velocità dell'aereo ieri ho letto che, secondo l'ipotesi dell'errore umano, l'aereo potrebbe essere andato in stallo.
Un'altra cosa, sul Gazzettino di oggi(PD) c'è scritto che un pilota di un altro aereo che volava quasi sulla sressa rotta dell'A330 ha visto un bagliore nel cielo nel momento dell'incidente. che sia stata un esplosione?

#74
Guest_intruder

Guest_intruder
  • Guests
Tutto è possibile, anche l'esplosione, anche l'attentato. Aspettiamo i risultati dell'inchiesta e speriamo siano in grado di chiarire ogni dubbio e illazione.

#75
Simone

Simone

    Generale di divisione aerea

  • Membri
  • 1098 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Località:Genova
  • Interessi:Aeronautica, Storia, Ginnastica , Escursionismo
Per me questa "confusione" fra la gente c'è perchè alcuni media non danno le notizie con grande "approfondimento" e se si danno notizie incomplete o inesatte purtroppo chi legge si fa delle idee sbagliate.
Penso che ilriserbo da parte delle autorità sia per adesso doveroso, anche perchè dare troppe notizie delicate potrebbe compromettere le indagini come accade in campo penale.

#76
gobbomaledetto

gobbomaledetto

    Generale di brigata aerea

  • Membri
  • 612 Messaggi:
Da Corriere.it

Lo rende noto il portavoce dell'aeronautica brasiliana, il colonnello Jorge Amaral
Disastro aereo, recuperati corpi
Apparterrebbero ad alcuni dei 228 passeggeri dell'Airbus dell'Air France precipitato nell'Oceano Atlantico

RECIFE - Sono stati recuperati i corpi di alcuni dei 228 passeggeri dell'Airbus dell'Air France precipitato nell'Oceano Atlantico il primo giugno: lo rende noto il portavoce dell'aeronautica brasiliana, il colonnello Jorge Amaral.

Edit: nuove notizie in merito al ritrovamento di alcuni corpi:

Lo rende noto il portavoce dell'aeronautica brasiliana, il colonnello Jorge Amaral
Disastro dell'Airbus 330
«Recuperati due corpi»
Apparterrebbero a due dei 228 passeggeri dell'Airbus dell'Air France scomparso sull'Atlantico

RECIFE - «Questa mattina, alle 8.14 (le 13.14 in Italia, ndr), abbiamo avuto la conferma del recupero nell’acqua di rottami e corpi che appartenevano al volo dell’Air France». Il portavoce dell'aeronautica brasiliana, il colonnello Jorge Amaral, ha comunicato così il ritrovamento in mare di due corpi: apparterrebbero a due dei 228 passeggeri dell'Airbus dell'Air France scomparso sull'Oceano Atlantico nella notte tra domenica e lunedì. Amaral, durante una conferenza stampa a Recife, ha dato notizia anche del ritrovamento di alcuni rottami.

TROVATO ANCHE UN SEDILE AZZURRO - I due corpi e i resti recuperati sono stati trovati a circa 900 chilometri dall'arcipelago Fernando de Noronha, ha precisato il colonnello dell'aviazione, rivelando che sul posto è stato trovato anche un sedile azzurro, con il numero di serie 237011038331-0. Gli esperti, ha aggiunto, stanno verificando se si tratti in effetti di un sedile dell'Airbus precipitato. Amaral ha inoltre precisato che i ritrovamenti sono stati resi possibili anche «grazie al buon tempo» nella zona dove ormai da sei giorni sono in corso le ricerche. «Soprattutto nella prima fase delle nostre operazioni, volevamo trovare sopravvissuti: sfortunatamente, ciò non è stato possibile», ha concluso.

«DUE UOMINI» - I cadaveri recuperati in mare sono quelli di due uomini, secondo quanto riferito a Globo News Marco Tulio Moreno, familiare di uno dei passeggeri dell'Airbus dell'Air France, precisando che durante le ricerche nell'Atlantico sono stati trovati anche una valigia di cuoio e uno zaino.

Modificata da gobbomaledetto, 06 giugno 2009 - 18:52.


#77
Guest_intruder

Guest_intruder
  • Guests
ansa di pochi minuti fa: PARIGI - Se l'Atlantico comincia a restituire i primi corpi dei passeggeri ed i resti dell'Airbus A330 scomparso lunedì scorso con 228 persone a bordo, non restituisce invece la verità. In attesa di nuovi elementi, a Parigi l'indagine arranca ancora e tutte le ipotesi restano aperte.
Oggi è certo che sono stati 24 i segnali automatici di avaria inviati in meno di cinque minuti dall'aereo, ma questo non basta a svelare il mistero sulla tragedia, avvenuta - diversamente da quanto annunciato in precedenza - in condizioni meteo sostanzialmente normali nel mese di giugno. Sospetti invece nascono su un'anomalia tecnica delle sonde di misurazione della velocità, propria di tutti gli A330, anche se é ancora da stabilire il legame tra questo problema e le numerose avarie registrate sul volo Air France.

L'anomalia tecnica è nota al costruttore europeo, che ha annunciato una campagna di sostituzione degli strumenti difettosi sui suoi velivoli. Nessuna ipotesi dunque può essere ancora scartata a quasi una settimana dal dramma, secondo il Bea, l'ufficio inchieste e analisi sugli incidenti aerei in Francia: neanche può essere esclusa "al 100%" quella di una bomba esplosa in volo, per quanto "incoerente" con i dati raccolti finora. Il dato più incredibile rivelato oggi è una serie di anomalie inspiegabili verificatesi durante il volo. Si sa che, pochi minuti prima della scomparsa dell'aereo dai radar, il pilota automatico non era in funzione, forse disinserito dai piloti o forse andato in avaria. Lo diceva uno dei 24 messaggi ACARS, in gergo aeronautico i messaggi di guasti, blocchi di sistema, inviati fra le 2.10 e le 2.14 dall'aereo. L'ultimo messaggio contenente la posizione di volo è stato inviato alle 2.10. Si sa anche che si sono verificati guasti negli strumenti di misurazione delle velocità del velivolo, già constatati altre volte sugli A330. Oggi, durante la conferenza stampa che si è tenuta a Le Bourget, vicino Parigi, è stato anche precisato che queste anomalie non hanno mai comportato perdite di quota e che i piloti sono addestrati per affrontarle. Tra le prime ipotesi dell'incidente era stata avanzata quella della particolare turbolenza della rotta, dei temporali, anche di un fulmine.

Ma oggi "nulla più indica", ha confermato Meteo France, che il volo AF 447 abbia incontrato sulla sua rotta "una massa temporalesca di eccezionale intensità". Meteo France ha notato la presenza di un "cumulonembe potente" (una nube a sviluppo verticale, ndr), che era addirittura "già in fase decrescente" prima che l'aereo raggiungesse la zona prevista per il suo passaggio. Aumenta infine di ora in ora il pessimismo sul ritrovamento delle scatole nere: non c'é infatti alcuna garanzia che il trasmettitore delle scatole nere dell'apparecchio sia sempre attaccato ai registratori di parametri del volo AF447. "Può essersi staccato", ha spiegato Paul-Louis Arslanian, direttore del Bea. Per tentare di ritrovarle gli Stati Uniti hanno messo a disposizione dei mezzi acustici speciali, già in rotta verso l'Atlantico.

#78
Irkut

Irkut

    Recluta

  • Membri
  • 47 Messaggi:
Riguardo l'ipotesi della bomba che, come scritto qui e come riportato da diverse fonti sui giornali, non è scartabile a priori, mi stavo chiedendo se sia davvero realistica, alla luce del fatto che nessuno avrebbe rivendicato un ipotetico attentato. Sappiamo tutti che gli attentati al giorno d'oggi hanno anche un forte scopo mediatico. Per cui a me sembra strano che qualcuno si prenda la briga di far saltare in aria un aereo (che non è cosa facile per altro) e poi non dica nulla.

Non voglio assolutamente scadere nel complottismo, ma è un dato di fatto che questa ipotesi è considerata possibile anche se improbabile al momento. A me non sembra molto realistico, ma magari c'è qualche fattore che sto tralasciando.

#79
Guest_intruder

Guest_intruder
  • Guests
Non sempre gli attentati vengono rivendicati. E, comunque, è assolutamente prematuro fare di queste ipotesi. Di certo c'è soltanto che l'aereo è caduto e nessuno è sopravvissuto.

Modificata da intruder, 07 giugno 2009 - 10:07.


#80
Demon Lord

Demon Lord

    Recluta

  • Membri
  • 27 Messaggi:
Ho sentito dire che anche gli altri aerei dell' Airbus hanno riscontrato problemi durante il volo.